Non si parla mentre si mangia! Perché si dice?

Non si parla mentre si mangia! Perché si dice? cover

Lo dicono sempre i nonni a tavola: «Non parlare con la bocca piena!». E hanno le loro buone ragioni perché il rischio è quello di trovarti – come si suol dire – con il boccone di traverso. La verità è che quando ceni in buona compagnia, quando fai una merenda o un aperitivo con amici, è davvero difficile, quasi irresistibile, bloccare il flusso di discorsi e non rispondere alla prima battuta di chi ti sta accanto.

Tutto bene fino a qui, anzi, fino a qualche secondo prima del tuo impulso a ribattere con la bocca ancora piena…

Non puoi tralasciare il fatto che il tuo apparato digerente e quello respiratorio sono controllati da un sorta di piccola levetta che si chiama epiglottide. Questa “porticina” si apre e si chiude a seconda dell’azione che stai compiendo. Se respiri apre la trachea e consente all’aria di raggiungere i polmoni, se deglutisci apre l’esofago e permette al cibo e alle bevande di raggiungere lo stomaco.

Pensaci: sei mai riuscito a deglutire e respirare al contempo?

Se ci provi, il risultato è che il boccone o il sorso in questione prende accidentalmente la strada sbagliata, scegliendo il canale della trachea al posto dell’esofago. Questo accade se hai fretta di liberare la bocca per continuare a parlare, a respirare, perché  non mastichi a sufficienza o perché stai proprio parlando mentre mangi.
Inizierai a tossire in modo scomposto e ti sembrerà di non riuscire più a respirare, ma dopo qualche forte colpo di tosse e qualche battito sulla schiena dalla persona in fianco a te, le vie respiratorie saranno libere tornerai a sentirti bene. La buona cucina e la convivialità, soprattutto nel nostro bel paese, vanno a braccetto e sono apprezzate nel mondo.

Ricordati, però, che i rimproveri dei nonni non erano solo capricci di buon gusto. La bocca, mentre si mangia, va davvero tenuta chiusa!